Non hai fiori bianchi per me?

In questi mesi ho pensato alla mia storia iniziata un’estate e finita un’estate.

Ho pianto, mi sono offesa, mi sono data la colpa, ho dato la colpa ad altri.

E mentre scrivo queste parole il random dell’ipod mette su proprio quella canzone, la nostra canzone, che non sono riuscita ad ascoltare per mesi, e che alla fine ho usato per una coreografia, un passo a due, dedicato a lui, ballato insieme al mio gruppo; nessuno era abituato a sentire un rap in tedesco; e ora riesco a riascoltarla, quasi tranquilla.

Mi pento di avergliene fatte e dette di tutti i colori, nell’ultimo periodo, ero solo arrabbiata. Ho conosciuto ultimamante persone adorabili che hanno avuto storie d’amore ben più drammatiche della mia, con problemi ben più seri e gravi. E allora se fossimo ancora amici, se fosse ancora il mio migliore amico, gli direi che non potevo sperare in una relazione più bella, in una storia più bella, in una persona più bella. Che mi ritengo fortunata, che mi sono sempre ritenuta fortunata; che una volta ho detto che è valsa la pena di aver aspettato 19 anni un amore, se aspettavo questo.

Che lo ringrazio di essere stato sincero con me, perché quando mi diceva di amarmi diceva sul serio. Vorrei essermi resa conto prima di quanto stava male; gli chiedo scusa per questo, ma stavo male anche io e non sono riuscita ad essere più paziente con lui; me ne dispiace.

Gli direi grazie per non avermi tradita, per avermi fatto passare delle giornate tra le più allegre. Vorrei che sapesse che dopo di lui ho avuto un breve incontro con un ragazzo, che mi sono divertita, ma che non sono riuscita a tornare ancora nella nostra casa in montagna. Che sono contentissima che il nespolo che c’è nel cortile sul retro non l’abbiano tolto, anche se stanno facendo i lavori. Che a volte non dormo la notte.

Che le sue cose le ho nascoste tutte, ma non ne ho buttata via neanche una. Che ho il terrore che su Facebook venga fuori tra le “persone che potresti conoscere”; che stresso i miei amici peggio di Simone che a Parigi “eh, qui c’ero stato con la mia ex.. eh, questo l’avevo fatto con la mia ex”. Che sarei curiosa di sapere come va l’università, se va all’università.

E giuro che questo ipod le sta scegliendo apposta le canzoni. Vorrei dirgli, a questo proposito, che è un essere speciale, e vorrei avere cura di lui. Soprattutto, vorrei aver avuto miglior cura di lui.

Vorrei dirgli che ho visto il suo MySpace, e che ho paura che si cacci nei guai. Vorrei che non avesse altra droga se non la propria allegria; spero che stia attento a quello che fa, spero che ritrovi quel sè stesso che aveva perso; spero che impari ad essere felice senza farsi venire i sensi di colpa.

Gli auguro di viaggiare, perché viaggiare aiuta tanto a schiarirsi le idee e a volersi bene. Gli auguro di essere sereno; gli auguro di fare pace, finalmente e davvero, con sua madre. Vorrei dirgli che certe cose sul loro rapporto e sulla sua storia non le ho mai dette a nessuno.

Vorrei fargli sapere che non penso a lui tutti i giorni, ma che lo sogno tutte le notti (e francamente, scusami, ma non ne posso più!). Ancora non riesco ad augurargli amore, ma spero tanto di riuscirci, un giorno.

Per ora sono capace di dire che vorrei tutto il bene per lui; mi piacerebbe che trovasse un amico vero, qualcuno con cui non abbia paura di confidarsi, di dirgli la verità e le sue emozioni, come faceva con me.

Spero che trovi il lavoro dei suoi sogni. Spero che trovi dei sogni. Spero che esaudisca i suoi desideri, ma che ne trovi altri da realizzare, perché è più triste non avere nulla da desiderare che non avere quello che desideri. Spero anche che si renda conto che è bello avere tanto da perdere. Se non si ha nulla da perdere vuol dire che non si ha niente, e non riesco a immaginare nulla di peggio; gli auguro per questo di avere tanto da perdere.

Spero che non voglia estraniarsi dalla realtà, ma che impari ad affrontarla; vorrei che non avesse più motivi per piangere; vorrei solo rivedere quel sorriso sincero e senza pensieri di due estati fa. Spero che non sprechi i suoi 20 anni facendo cazzate troppo grandi.

Spero che invecchi bene. Spero che riprenda a fare fotografie. Mi piacerebbe anche che ricominciasse a suonare in una band di musica Oi! Che abbia delle passioni, che le coltivi e non le lasci andare.

Gli auguro di capire che non è una nullità; spero che si accorga delle qualità che possiede e del suo potenziale, e che non creda di valere solo qualche cazzeggio con gli amici, merità di più di questo divertimento effimero.

Gli auguro fortuna.

Tanta fortuna, forza, bellezza.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

10 thoughts on “Non hai fiori bianchi per me?

  1. silvanascricci scrive:

    Mi sono davvero commossa a leggere questo post.
    E’ una delle più belle lettere d’amore ed amicizia che io abbia letto.
    E ho letto tanto.

  2. pallasinistra scrive:

    Semplicemente stupendo!!!ma soprattutto BRAVA è la dimostrazione che stai riacquistando quella serenità che per un pò si era smarrita..

    P.S(Io le dita le tengo incrociate!!!!)

  3. Cesco scrive:

    non so davvero che dire. è uno di quei momenti della mia strascrittissima vita in cui non riesco a scrivere nulla.

  4. frastellina scrive:

    Bellissima, davvero.
    però forse un’aggiunta da fare ci sarebbe…
    “Vorrei dirgli grazie per essere stato un punching ball degno di questo nome e di essersi trasformato subito dopo in un distributore d’acqua”.

    no, vabbè, scherzi a parte… E’ difficile riuscire a vedere una storia così importante con la chiarezza che hai usato tu.Complimenti.

    ps. a proposito di vedere… guarda che la foto del mio post non era una pecora, E’ una mucca, nonchè vacca… da cui appunto l’esclamazione.😀

  5. silvanascricci scrive:

    Ogni volta che la rileggo mi commuovo.
    Che ce voi fà?!?

  6. Grazie a tutti dei commenti. E avrei tante altre cose di cui ringraziare lui, me ne vengono in mente tutti i giorni.

  7. Cesco scrive:

    ti si appiccicano addosso, vero? e non riesci mai a staccarli del tutto quei ricordi..

  8. già.. si innestano, come fiori bianchi. mi chiedo se davvero in realtà vorrò mai staccarli, quei ricordi. chi strapperebbe uno splendido fiore?

  9. Cesco scrive:

    figurati.. io ancora li annafio quei fiori!

  10. […] soddisfatta delle foto che avevo fatto e della minigita.. sigh.. 6. Il mio post più bello: Non hai fiori bianchi per me. Il titolo era preso da una bellissima canzone di Battiato, La cura, e il post era una sorta di […]

Parlami! Parlami! Commentami! Commentami!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: