Murder she (could have) wrote

Ore 9.45. Spaccate. Casa della nonna dell’Odioso Perfettino. (Dovevamo sospettare che l’orario pre-galliniano non portasse nulla di buono..).

Prenotiamo i biglietti per Parissssss (Parissssss stiamo arrivandooooo.. ♥♥♥). Biglietti prenotati. Tutto in ordine.

Nonostante il tentativo di dissuasione dell’Odioso Perfettino, a causa del caldo improponibile, decido che rimaniamo in casa a vedere un film. L’O.P. mi ricorda che lui non dovrebbe trovarsi lì – secondo sua mamma dovevamo essere entrambi insieme a Gossip Girl in zona universitaria, a prenotare i biglietti; quindi in effetti di vera c’era solo la parte dei biglietti, visto che ci trovavamo in casa della nonna senza neanche Gossip Girl, visto che Gossip Girl non viene a Parigi.. – e che quindi, nel caso rientrasse improvvisamente sua mamma, era opportuno che noi stessimo zittini e buonini di modo da non farci notare [leggi: beccare]; in caso contrario sua mamma avrebbe fatto 2+2, capito prima che io e lui stiamo insieme, e in seguito compreso che Gossip Girl a Parigi non ci sarebbe affatto stata. In altre parole, non era una buona idea farsi beccare.

Stavamo dunque guardando Harry ti presento Sally, quando, a metà del mio acuto su “.. quando sto con te sul mio calessino con le frange blu“, lui sente sua mamma che parla al telefono. Grazie a Sant’Andrea Avellino, protettore contro la morte improvvisa, e a San Genesio, patrono degli attori, in quel momento Youtube stava ricaricando il video, quindi non emetteva rumori.

L’Odioso Perfettino rassicura: “Tranquilla, adesso va ad appoggiare la roba, ma poi va giù in ufficio”.

E infatti ecco che sentiamo rumore di padelle e un inconfondibile suono.

No. tsktsk. nono.

Non va bene neanche un po’.

E mo’?

Ma sicuro che dal tetto non si passa? No, perché potrei andare in terrazza, scavalcare la ringhiera, salire sul tetto [N.d.R. la nonna ha una casa in pieno centro di Bologna, e lì le terrazze spesso danno sui tetti], e passare nella terrazza dei vicini..

Ah, non sai se ci sono i vicini.

Allora non hai un armadio nel quale chiudermi?

Ah, le ante cigolano.

Ma non potremmo palesare la nostra presenza?

Ah, dopo dovresti parlare con Sant’Andrea Avellino.

Allora non ci resta che aspettare che la Fletcher risolva il caso?

Ah, ok.

Dopo un’ora e quaranta rannicchiati dietro a una porta [N.d.R. con l’Odioso Perfettino che tentava di convincermi ad ingannare il tempo pomiciando, nonostante le mie numerose proteste incentrate sul fatto che era meglio rimanere concentrati sulla situazione e sulla soluzione del caso] la mamma dell’Odioso Perfettino è andata in ufficio.

Cacchi cacchi, siamo usciti. Prima una, poi l’altro.

Sono corsa fino a una colonna di un portico, poi mi ci sono nascosta dietro (come nei migliori gialli) e ho aspettato lui, che usciva.

E’ finito tutto bene. La virtù dell’Odioso Perfettino e la benevolenza di sua madre verso la sottoscritta sono state preservate.

La mia salvezza non è mai dipesa così tanto da una decisione della Fletcher.

Contrassegnato da tag , , , ,

10 thoughts on “Murder she (could have) wrote

  1. speradisole scrive:

    Nell’altro post hai detto di accettare consigli sul nome O.P. Vorrei suggeriti di togliere O. e lasciare P. , aspetta più avanti a mettere la O. per ora lascia P. poi si vedrà.
    Di queste avventure ne aspetto altre, mi divertono moltissimo, soprattutto perchè sono un’appassionata di fughe e della signora in giallo.
    Ciao carissima.
    …azzo mi vengono lettere grandissime, quais quasi ci vedo senza occchiali!

  2. superdelly scrive:

    ahahahah ricorda tanto una delle mie avventure! Ah, cosa non si fa per non essere scoperti! xD

  3. Bibi scrive:

    Adoro jessica e condivido l’idea che porti un pò sfiga come del resto poirot.
    E’ quel tipo di persona che quando l’incontri cerchi subito le chiavi nella tasca dei pantaloni…
    a.y.s. Bibi

  4. cescocesto scrive:

    concordo che vedersi alle 9.45 non può portare niente di buono. le undici magari, mezzogiorno..🙂

    ho vissuto reali attimi di tensione leggendo il post, ma le mosse swat alla metal gear solid vi hanno salvato (N.d.C: Metal Gear Solid, gioco dove essenzialmente devi stare nascosto per l’80% del tempo e uccidere i soldati senza farti scoprire).

    ps. c’è realmente bisogno di un post per i soprannomi, mi sto annodando a cercare di identificare i vari personaggi dei vari post.

  5. frastellina scrive:

    ahahahahaahaaahh!
    ps.cmq concordo con Bibi… la signora in giallo non porta mai nulla di buono!
    pps. ti ricordo che prima di O.P. ci sono io a Parigi con te, e se il giorno in cui io vado via x dare il cambio a lui tu stai in canna con gli occhi a cuoricino, ti uccido. ♥

  6. Costa scrive:

    Ciao a tutti!
    E’ infine giunto il momento di rivelarsi: io sono colui che è stato nominato, io sono l’Odioso Perfettino, forse l’unica persona al mondo che porti più sfiga di Jessica Fletcher! …ma almeno ho il buon gusto di rivolgerla solo contro me stesso!! (masochismo cronico involontario) Mia cara Vitty, complimenti, una narrazione piena di pàthos, anche se il terrore divertito (divertito?? o forse era un principio di isterismo?!?!) di quei momenti è ineffabile. Comunque, popolo del web, non temere: la mia sorte avversa ti porterà, mio malgrado, molte altre narrazioni divertenti. (almeno da raccontare dopo che se ne è usciti vivi…). Alla prossima disavventura!
    p.s. Cara Frastellina, non ti preoccupare, farà a tempo ad innervosirsi: non le piace aspettare… ma ti prego, lasciamela almeno un po’ dolce: mi deve venire a prendere alla fermata del pullman perché non conosco la strada e se me la indisponi è capace di lasciarmici fino al giorno dopo!
    p.p.s Scusa Vitty, sai che scherzo…😉 Bacio!

  7. @speradisole: stavo in effetti pensando che la O suona un po’ troppo astiosa, ma ne ho parlato con lui e pare che sia d’accordo sull’Odioso Perfettino.. non fosse che per il fatto che suona meglio abbreviare in O.P. che non in P. soltanto😀
    comunque, se continuiamo così, penso che di avventure stile signora in giallo ne leggerà molte altre😀
    @superdelly: volevo leggere le tue disavventure, ma mi sa che l’indirizzo che viene fuori cliccando sul tuo nome ha qualcosa che non va, perché non mi funziona..😦
    @bibi: anche io la adoro, ma dopo questa – e dopo lo sterminio di cabot cove – è chiaro che dovremmo cercare interi mazzi dentro le tasche.
    @cesco: tu sì che mi capisci! (memori delle alzatacce di berlino.. ma quanto bravi siamo stati? mamma mia!).
    non ho mai giocato a questo metal gear solid. se escludiamo l’altra mattina, logicamente.
    mi sa che ora lo faccio, il post.
    @fra: tranquilla. i tre ♥♥♥ erano dedicati a parigi, non all’O.P.😀 troppo zucchero altrimenti!!😀
    @O.P.: guarda guarda chi è comparso magicamente qui! con un’entrata in pompa magna, peraltro! il solito uomo dell’800!!!😛
    non tentare di ingraziartisimitivi i miei commentatori, loro saranno sempre dalla parte.. ehm.. di buondì, in effetti..
    e poi è tardi, mi sono già offesa. ti lascerò alla fermata del pullman.😀

  8. Farnocchia scrive:

    ahahahahaha…l’idea dell’arrampicata sulle terrazze di Bologna faceva molto “eroina della giustizia che combatte la sfiga nel mondo”!

    ps: io avrei assecondato l’ O.P nella pomiciata in attesa che la madre uscisse di casa!!!😉

  9. cescocesto scrive:

    ah, siamo stati bravissimi, a berlino.
    tranne il primo giorno. :p

  10. Costa scrive:

    Brava Farnocchia!!! Non ci conosciamo, ma se continui così diverremo amici!🙂 CARPE DIEM!!

Parlami! Parlami! Commentami! Commentami!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: