Post inutile (come gran parte dei miei post) dettato dalla noia.

Non vi siete letti un post in due mesi, ora ve ne cuccate due in due giorni. Tiè.

Qualcuno di voi ha mai visto il film Julie&Julia? Quando uscì al cinema io volevo proprio andarlo a vedere, ma non sono mai riuscita a convincere nessuno a venire con me, come se fosse il film più palloso della terra. Così me lo sono visto in streaming e ovviamente è diventato una delle mie commedie preferite. Qui sotto vi metto l’adorabile trailer.

* * *

* * *

La mia battuta preferita (anche se era in grande competizione con “Sei il burro sul mio pane, e il pane della mia vita” e “Questi maledetti cannelloni scottano come un cazzo dritto”) è:

Lo sai perché mi piace cucinare? Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d’uovo, zucchero e latte, l’impasto si addensa. E’ un tale conforto.

Beata lei. A me non succede mai. Comunque.

Cambiamo argomento per poi tornarci più tardi. Ecco che si presenta a me il problema – grosso – dei giorni festivi. Io non amo le feste comandate. Non mi piace il dover festeggiare per forza, non mi piace il doversi divertire per forza, non mi piace fingere che andare a una festa con 200 persone sia la cosa che preferisco quando in realtà normalmente non esco mai con più di due persone alla volta. L’altro giorno una mia amica, sapendo che ho passato i miei ultimi due compleanni da sola al cinema (per scelta), e imparando che mai e poi mai organizzerei una festa con tutti i miei amici per un Natale, Capodanno, compleanno, Halloween, o un che ne so io, mi ha guardato con due occhi enormi e umidi di chi sta per mettersi a piangere e mi ha detto: “.. ma.. ma.. quindi.. sì, insomma.. TU SEI IL GRINCH!”

Sì. E sapete qual è la cosa che odio di più in assoluto delle feste comandate?

Che tutti i negozi sono chiusi.

Prendiamo oggi, ad esempio. Quanti pomeriggi in un anno mi verrà voglia di cucinare qualcosa? Due? Tre, massimo. E sì, avete indovinato. Oggi è ovviamente uno di quei giorni. Peccato che oggi non ci sia un supermercato aperto neanche a piangere. Neanche proprio a spulciare tutto Google Maps (e sì, ho davvero spulciato tutto Google Maps). E io ho ormai voglia di Masagno Sottiletto Squacquerone al Cioccolato, una delle mie meglio riuscite invenzioni (in altre parole, quando ho provato a fare una tenerina, le uova non si sono montate e quindi più che una tenerina è venuto un ammasso liquefatto di cioccolato, e da qui il nome. Per chi non lo sapesse, io in cucina so fare due cose, e quelle due cose sono buone da mangiare ma orribili da vedere). L’idea comunque era quella di fare questo tipico dolce invernale, fare qualche foto e postare il tutto sul blog. Se qualcuno avesse voglia di cimentarsi nella produzione di questa brutta ma goduriosa bestiaccia di dolce, qui trovate la ricetta.

L’idea è miseramente fallita, così ho pensato che potevo scattare qualche autoritratto, visto che è un bel pezzo che non ne faccio di decenti, e in più avevo qualche idea. Ma non so lì da voi, qui c’è un cielo a pecorelle e una conseguente pioggia a catinelle, e una luce che fa pietà. Quindi niente foto.

Non posso leggere perché non ho libri nuovi da leggere (a proposito, qualcuno sa consigliarmi qualche libro delizioso e buono da mangiare pure lui?).

‘Somma. Adesso mi riguardo Julie&Julia.

P.S. E’ probabile che nelle prossime ore troviate altri post dettati dalla noia e quindi altrettanto noiosi.

P.P.S. E poi oggi era una di quelle giornate da passare con l’O.P. accoccolati sul divano a guardare Julie&Julia mangiando qualcosa che LUI ha cucinato. Ecco. Smngngrunf.

P.P.S. Nonostante la luce crappa, sono riuscita a fare una fotina semi-decente.

* * *

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

14 thoughts on “Post inutile (come gran parte dei miei post) dettato dalla noia.

  1. la Totta ha detto:

    Ah Svetlanaaaaa!!! bello er blog!!!! 😛

  2. maria rosaria ha detto:

    odio le feste, odio la pioggia che non cessa, il supermercato sotto casa però era aperto… ed abbiamo sbarcato anche questa giornata! cioa, arrivo via bibo.

  3. superdelly ha detto:

    Adoro la foto! e comunque anche io avevo una voglia tremenda di fare biscotti e ovviamente… avevo finito il burro! Odio odio odio!

  4. cescocesto ha detto:

    allora.. vari argomenti da affrontare in questo commento, per cui andrò per ordine:
    – l’odio per i negozi chiusi alle feste comandate
    anch’io come te ieri volevo cucinare, ma ovviamente in casa c’era solo farina. niente uova, burro. giusto il latte, perché sennò il caffè non lo possiamo bere.
    e infatti, anche per me, niente dolce.
    – julie&julia
    ho tentato di vederlo tempo fa, ma erano le due di notte e sono crollato dopo un’ora di film. le battute che ho colto tra uno sbadiglio e l’altro però mi pare fossero carine.
    – libri
    ho un’enorme pila da smaltire. te ne consiglio due al volo che mi vengono in mente:
    “io sono ipocondriaco”, che ho sentito citato tempo fa. non mi ricordo affatto se c’era una qualche trama, ma mi pare che valesse. o forse mi aveva colpito perché volevo sapere quali malattie ho e di cui non mi sono ancora accorto
    “julie&julia”, se il film è tratto dal libro, prova a leggerti il libro!
    ma.. ora che ci penso.. COME??? hai sette harry potter da leggere, ingenua!

    e con questo, passo e chiudo.

    ps. suppongo che le due cose che ti vengono bene siano la torta sopracitata e lo sformato di patate. a questo proposito, quanto sono pessimo a non essere riuscito a scrivere ancora in forma decente il resoconto della notte dell’orrore?

  5. @totta: 😉
    @maria rosaria: beata te!!! i miei supermercati non sono mai aperti quando c’è bisogno di loro! benvenuta in questa gabbia di matti, comunque! 😀
    @superdelly: un classico.. almeno a te mancava solo un ingrediente!!! XD
    @cesco: si vede che era la giornata della voglia di cucinare non corrisposta.
    come ti sei addormentato!?!?! è un film adorabile!!! ritenta! anche perché secondo me è uno di quei film che va visto più di una volta per essere apprezzato.
    julie&julia è tratto da un libro?? credevo fosse tratto da un blog..
    ehm.. harry potter.. hihihi. prometto che prima o poi affronterò almeno il film.
    ps. sì, sono proprio quelle due cose lì. nemmeno io sono ancora riuscita a buttar giù due righe sull’accaduto. mi ripropongo di fingere che sia appena successo e spacciarlo per un nuovo fatto da scrivere sul blog.

  6. LadyLindy ha detto:

    e ma dimmelo che adesso hai l’ispirazione, seppur dettata dalla noia, e scrivi dei romanzi interi! Cè cioè c’è è così poco sneak accorgersi in ritardo dei post U_U

    Nonostante la mia fanciullesca età, anche a me viene voglia di mettermi ai fornelli ogni tanto. E la cucina ha paura di me quando mi vede in grembiulino e cappello da cuoca.

  7. eh lo so! il fatto che sia sotto il post in evidenza lo rende poco visibile.. cioè, sembra che l’ultimo post sia sempre quello dei regali..
    però forse mi è venuta un’idea.
    ora vado a metterla in pratica.
    i miei fornelli sono stati terrorizzati per anni, ora conviviamo in pace ed armonia – complicità sarebbe forse dire troppo.

  8. Farnocchia ha detto:

    Mi sono accorta (con comodo) del post..ormai davo per scontato di vederti una volta al mese qui…penso sempre male!!ahahah

    Cambiando discorso…ho visto quel film qualche settimana fa su Sky ed è nato un amore (il mio rapporto con il cibo è sempre più malato)! Ora mi sono imposta di provare una ricetta nuova al mese. volevo provarne una settimana ma metti che vengono dei purgoni!?!?non posso avvelenare le mie cavie.ehehehe

  9. so[fi] ha detto:

    Ho trovato il tuo blog quasi per caso! 😀 Veramente carino e approvo in pieno la scelta del film Julie&Julia, l’ho visto non troppo tempo fa in lingua originale (anche perche’ mi trovo in Nuova Zelanda) e ha dei dialoghi fantastici!

    PS: a proposito del libro, mai letto TERRA di Stefano Benni? e’ un odei miei preferiti! Ed e’ anche uno dei due in italiano che mi sono portata dall’altra parte del mondo (l’altro e’ OceanoMare di Baricco, non male anche quello)

  10. ippaso ha detto:

    messo nella lista dei film da guardare (o da consigliare fingendo di averli visti? :D)

    ciaoooo!

    p.s.
    foto molto molto bella!

    p.p.s.
    non ho capito se il risultato mi piacerebbe… ma quella ricetta col tuo stile in cucina… sembra divertentissima! 😛

  11. @farnocchia: oh, sì! sarebbe un’idea carinissima! io che sono una persona incostante so che per me sarebbe una battaglia persa in partenza, ma la trovo un’idea ottima!
    e poi certo che puoi avvelenare le tue cavie. a che servono altrimenti, se non a dirti che alla fine quello che hai cucinato non è poi così male (come ricordo fece mio padre con un mio risotto totalmente carbonizzato).

    @so[fi]: benvenuta allora! e sono contenta che alla fine in molti abbiano apprezzato questo adorabile film!
    terra non l’ho letto, ma dal momento che ho letto un paio di altre cose di benni e che mi sono piaciute molto, mi hai dato un ottimo consiglio..
    per oceano mare non faccio testo, baricco è uno dei miei scrittori preferiti! (e oceano mare lo sto leggendo proprio ora!).
    ah, hai un sito internet? il link mi rimanda alla pagina ricerche di libero :S

    @ippaso: da guardare assolutamente!
    il risultato della ricetta invece è praticamente cioccolato fuso, perciò se ti piace il cioccolato ti dovrebbe piacere anche lo squacquerone! 😀
    e sicuramente c’è da ridere a vedermelo fare (specie la prima volta, che anziché usare la carta da forno nella padella per cuocerlo ho usato la stagnola.. le mie amiche hanno praticamente dovuto leccare la carta per finirlo XD

  12. Farnocchia ha detto:

    ahhaha..povero papà!

  13. cescocesto ha detto:

    se ho ben capito da en.wiki, è tratto da due libri, di cui uno da un blog. credo.
    comunque gli darò un’altra possibilità, quello che ho visto sembrava gradevole.. e poi dai, lei è una blogger, ci vuole solidarietà tra noi! 🙂

    ps. allora quando l’hai pronto avvisami, così siamo coordinati temporalmente e possiamo spacciarlo come fatto accaduto due giorni fa.

  14. @farnocchia: è stato molto comprensivo.

    @cesco: concordo.. ma ho provato a leggere il blog, ha un’interfaccia che non mi accattiva.
    ps. e se lo spacciassimo per una storia tipo “c’era una volta”?

Parlami! Parlami! Commentami! Commentami!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: