Pulizie di primavera. A Novembre.

In questo periodo ho voglia di cambiamenti e di rinnovamenti.

E tutti sanno cosa fa una donna quando ha voglia di cambiamento. Si taglia i capelli. Peccato che a. non ho un granché di soldi da spendere dal parrucchiere, anche se una spuntatina la necessiterebbero vista la colonia di doppie punte che possiedo e b. avrei deciso un bel po’ di tempo fa di farli crescere lunghi lunghi (non fino al sedere, ma insomma, quasi), e siamo ancora ben lontani dalla meta. So che quindi mi pentirei dell’eventuale taglio.

Allora cos’è la seconda cosa che fa una donna quando ha voglia di cambiamento? Rinnova la sua camera! Ed ecco quindi che mi sono lanciata in un’opera di messa in ordine (leggi: bonifica) della mia stanza. All’opera di risanamento seguirà una nuova imbiancatura, o meglio di inlillatura, dal nome del futuro colore delle pareti, e poi ancora di cambio di parte dei mobili.

Ma, come ben si sa, per mettere in ordine bisogna prima mettere in disordine. E se il disordine originario non è un disordine, ma il regno del caos, prima di vedere l’ordine cosmico è necessario far venire un nuovo Big Bang. Ho deciso di andare per gradi. Prima la libreria, poi l’armadio, poi il resto della stanza. Nota bene! Volendo io cambiare scrivania, e prendendone necessariamente una più piccola, dovrò eliminare tutto ciò che è presente al momento, cosa che ha provocato non poche crisi d’ansia e attacchi cardiaci (come quando ho dovuto buttare il librino colorabile degli Orsetti del Cuore.. che dolore..).

Nel caso ve ne freghi qualcosa, vi faccio vedere le foto del momento di bonifica della libreria, e poi il momento di bonifica dell’armadio.

* * *

* * *

* * *

So cosa state pensando. Vi chiedete come mai in tutto questo bailamme io non sia ancora stata divorata dai topi, o da qualche altro animale che sicuramente (a detta di mia nonna) *fa il nido* in mezzo al disordine. Beh, la risposta è che in verità la mia camera ha solo pile di libri e pile di vestiti, ma (se escludiamo una mummia di buccia di banana – a proposito, sapevate che le bucce di banane non fanno la muffa e non vanno a male, ma semplicemente si mummificano? – e una bottiglia d’acqua la cui acqua aveva iniziato a produrre affascinanti colonie pronte per essere portate ad analizzare) non ho generi alimentari o carta sparsa (la carta sparsa, sempre secondo le tesi di mia nonna, è il principale nido degli scarafaggi. Non so dimostrare l’attendibilità di questa tesi scientifica).

Vi terrò aggiornati durante le opere di inlillatura, nonappena inizieranno. Stasera, regalo dell’OP permettendo – devo ancora finirlo – vorrei terminare la messa in ordine.

Se poi Silvanascricci collaborasse, ad esempio anche riprendendo a lavare il mucchio di vestiti, mi farebbe una grandissima cortesia.

PS. Questi sono i tre colori sui quali sono indecisa. Sarei comunque più propensa verso il glicine. Ditemi pure voi cosa ne pensate.

* * *

 

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

14 thoughts on “Pulizie di primavera. A Novembre.

  1. Marta scrive:

    Io opterei per il lilla anche se non mi piacciono molto le sfumature di rosa.

    Anyway , io adoro mettere in ordine , sono proprio malata.

  2. Farnocchia scrive:

    secondo me l’OP lì nemmeno ci entra…ahahahah
    a parte sta minchiata, tranquilla: anche la mia camera diventa così 3 volte l’anno (quando mi parte la brocca).

    ps: la mia camera è di quel glicine quindi posso solo che fare il tifo per quella bellissssima tonalità per qualunque cosa

  3. LadyLindy scrive:

    vedendo il resto della stanza voto glicine. Pensa che anche io dovrò cambiare tutta la camera, causa ospitalità a coetaneo/a tedesco/a… mia madre ricomincerà la tiritera… argh!

  4. frastellina scrive:

    glicine forever!
    ps. a consegna avvenuta, voglio sapere TUTTO del regalo…e del biglietto

  5. Bibi scrive:

    Lillà.
    Glicine è bello ma troppo…mentre l’altro è spento.
    a.y.s. Bibi

  6. cescocesto scrive:

    ti sono vicino in questo momento di (folle) messa in ordine della camera.

    ps. per curiosità.. mentre i tuoi vestiti dormivano sul tuo letto, tu dormivi sul divano in sala?

    pps. mi unisco a bibi: lillà. anche il glicine però non è male.

  7. silvanascricci scrive:

    Pare, si dice, si mormora che si sia scelto il colore per le pareti….

  8. SuperDelly scrive:

    Oh, Glicine, e t’aime.

  9. acrimonia scrive:

    A me piace il rosa macrocoso. Però tutti e tre sono belli.
    E non ti preoccupare se fai le pulizie di primavera a novembre: io devo ancora fare le pulizie d’autunno. Autunno 2007.
    Per dire, anche la mia stanza è tutta da mettere a posto, un casino inimmaginabile, chissà che forme di vita si son prodotte dentro al mio armadio! e siccome so che è un lavoro titanico che non avrei mai tempo (né probabilmente voglia) di fare tutto in una volta, lo sto facendo a piccole dosi, un giorno dopo l’altro. E ho buttato cose che risaliranno al 1976, santiddio.
    Non vedo l’ora di andare a vivere insieme a quel sant’uomo del mio moroso anche per questo: perché è troppo una persona a modo per permettermi di combinare e accumulare tutto sto casino in una stanza che non sarà più MIA ma NOSTRA!

  10. Bibi scrive:

    Ma sei caduta nella vernice????
    a.y.s. Bibi

  11. wiwipedia scrive:

    io quando provo a bonificare la stanza ottengo solo frustrazione dovuta al fatto che creo un sacco di casino cercando di mettere in ordine.
    Non aprirò mai più il mio armadio e vivrò felice.

  12. Sabrina 111 scrive:

    Io mancavo da un pò… Diciamo che la terza cosa che fa una donna blogger quando ha voglia di cambiamentoho è mettere mano allo “styling” del tema di WordPress. Bello, mi piace proprio! Ma la neve da dove viene?

  13. @marta: io a volte ho dei raptus. ma non li chiamerei amore.

    @farnocchia: ahhahaha infatti gli è venuto un colpo quando l’ha vista e poi siamo andati in cucina. hihi.

    @lady: io ho ospitato un ragazzo dal paraguay, e non ho cambiato assolutamente nulla. ha dormito con i piedi fuori dal letto senza mai protestare.

    @fra: ti devo chiamare.

    @bibi: troppo.. troppo? troppo bello?

    @cesco: ti ringrazio. a proposito, i miei vestiti hanno solo fatto un sonnellino pomeridiano sul letto. la notte l’ho recuperato io.

    @scricci: sì, ma non lo dirò fino alla fine.

    @acrimonia: ti dico solo questo: non c’è persona ordinata e maniacale in grado di salvarti dalla tua predisposizione al caos. non c’è proprio pericolo.
    ma ammiro la tua costanza, non sai quanto.. io farlo a piccole dosi non ce la farei mai, mollerei dopo i primi 3 giorni, ho bisogno dei miei raptus. complimenti comunque.

    @bibi: se mio zio si fosse ricordato di portarmela, forse c’era la possibilità, ma non ho neanche ancora iniziato😦

    @wiwipedia: hahah vedo che i frequentatori di questo blog sono tutti affetti da questa incurabile malattia del disordine.. ma sono contenta che qualcuno sia stato in grado di accettarlo😀

    @sabrina: esattamente!!!😀 la neve credo sia stata MammaWordpress a metterla, perché gli altri anni era opzionale, e io non avevo autorizzato nulla.. è stata una sorpresa anche per me!😄

  14. Marta scrive:

    Ah stiamo messe bene allora.

Parlami! Parlami! Commentami! Commentami!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: