Stupiding in a Winter Wonderland

E’ arrivato l’inverno. Per chi di voi non se ne fosse accorto, ecco, ve l’ho detto io. E anche se teoricamente inizia il 23 (o 21, non ricordo mai) dicembre, per me è arrivato ufficialmente, per due motivi:

1. Oggi è Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia; il chè è un’ottima cosa, così da domani le giornate saranno sempre più lunghe e presto la smetterà di fare buio alle 4 del pomeriggio, e io avrò maggiori possibilità di fare foto decenti.

2. Sono andata qualche settimana fa a Madonna dei Fornelli e ho preso in pieno la prima bella nevicata dell’anno (non avete anche voi la sensazione che l’inizio dell’anno posto a gennaio sia una cosa stupida? L’anno inizia a settembre. Tutte le cose iniziano a settembre. Inoltre come si fa a far iniziare un anno nel bel mezzo di una stagione? Non ha più senso farlo  iniziare quando ne finisce una e ne comincia un’altra? Comunque), e che nevicata! E dal momento che mi trovavo in “montagna” e non in città dove le due dita di neve diventano subito poltiglia fangosa, scivolosa e disgustosa, ho riscoperto tutto il mio amore per la neve, che mi aveva lasciato questo marzo, all’ottava nevicata (dell’anno scorso).

E quale modo migliore per celebrare l’arrivo ufficiale dell’inverno se non lasciare la propria impronta completa di occhiali e l’impronta del proprio moroso spiaccicate su tutte le auto del paese? Ed è quello che abbiamo fatto. Abbiamo fatto una selvaggia battaglia di palle di neve – che non vi dico da chi è stata vinta perché sarebbe non poco imbarazzante -, abbiamo fatto una rampa di scale lisciata dalla neve rotolandoci sopra, abbiamo lasciato le impronte dei nostri culi per terra.. insomma, ce ne stavamo andando in giro facendo i cretini quando mi accorgo che l’OP non è più al mio fianco. Mi giro.

Lo vedo che barcolla con la mano sul naso.

“Stellino, che hai fatto?”

Gesto con la mano che sembra voler dire “Non chiedere”.

“Non dirmi che ti sei buttato a volo d’angelo su una macchina per lasciarci la tua impronta con la faccia e hai calcolato che ci fosse più neve di quel che in realtà non c’era”.

Segno di sì con la testa.

“Fammi vedere”.

Flebile gemito. “iiiiiiiiiiiiiiiiihhhhh”. Taglio sul naso.

In effetti, ora che ci penso, il benvenuto alla neve e all’inverno si dà sempre con qualche nasata – culata – scivolata. Tutto nella norma. Un bacetto e passa tutto.

* * *

* * *

* * *

Torno alle monetine da studiare. Buona giornata a tutti!

Contrassegnato da tag , , , , ,

12 thoughts on “Stupiding in a Winter Wonderland

  1. LadyLindy scrive:

    un bacino consolatorio anche da parte mia. Qui (non molto lontano da te, comunque) c’è un sole che spacca le pietre. Ma è freddo, molto freddo😦

  2. LOL glielo darò da parte tua!😀 Oggi anche qui c’era un gran sole in effetti. ma sono barricata in casa da giorni (da sabato sera), quindi non so che clima fa fuori. è la prima monetazione romana che mi fa tremare.
    Di paura.

  3. silvanascricci scrive:

    Che bella la foto!
    Non commento più di tanto l’episodio della “nasata” perchè la conoscevo già.
    Ma può capitare a tutti di sbagliare le misure, certo uno non se lo aspetta da un perfettino.

  4. frastellina scrive:

    ahaahahaaaah😀
    mi associo al commento di Silvana: queste sono “tipiche cose da vitti!”, non da O.P… visti anche i rispettivi nasi!!! (questa era una bastardata x vendicarmi del tuo spamming inconsulto)😄

    l’hai poi finita LA CAMERA???? mi sa che il titolo del post “pulizie di primavera” fosse una premonizione… vista la durata…

  5. Farnocchia scrive:

    Un bacetto e passa tutto.
    gli uomini ed il loro frignare.tzè!

  6. O.P. scrive:

    Grazie a tutte per i numerosi bacini consolatori, che devo dire essermi stati recapitati con anche qualche coccola di contorno (non so che ne pensiate voi, ma per le coccole vale la pena di passare per stupidotti… [ma non crediate, la nasata era del tutto involontaria ed soprattutto inaspettata!!]). Considerando poi che il mio naso è in parte il risultato di più d’un colpo, chissà che un colpo in più non mi regali per Natale un bel nasino all’insù?!
    Buon Natale a tutti!!! p.s. Riceverò volentieri qualunque altro bacetto consolatorio….

  7. rasoiata scrive:

    Da morir dal ridere!!!!

    Anche se, a guardar bene, le impronte dei corpi sulle macchine innevate andrebbero lasciati per ben altri motivi…

    Noto con stupore l’indirizzo di Tumblr che v’e’ in alto a destra e che ora andro’ a vedere.
    Dico cio’ perche’ da un po’ di giorni (io ne ignoravo l’esistenza)un caro amico mi ha fatto dono del seguente sito (che pero’ devo imparare ad amministrare):
    http://www.spigoliecuori.tumblr.com

    Dove potrai vedere alcune opere che tua Mamma ha ammirato di persona.

    Ciao,
    zac

  8. cescocesto scrive:

    ahahah.. povero O.P.!!
    vedo che il tuo primo giorno di neve è stato più idilliaco del mio, accidentaccio. sono moooolto invidioso.

    ps. concordo, l’anno dovrebbe iniziare a fine di una stagione. (e allora perchè non a marzo, quando finisce l’inverno?) in qualche antico calendario non era così? tu dovresti saperlo!

    pps. mi piace la foto! ^^

  9. speradisole scrive:

    Ciao carissima, sei sempre la più bella stella che conosca. Un abbraccio e tanti auguri di cuore (insomma più conformista di così non si può essere).
    A presto.
    Anzi “spero” di tornare presto, nel frattempo, se lassù troverò la neve, è probaile che per un po’ mi diverta anch’io, a fare le “nasate” sulla neve.
    La neve mette allegria.

  10. Bibi scrive:

    Buone Feste!
    a.y.s. Bibi
    P.S. odio la “nevicata” di wordpress…mi agita tutto lo schermo..sembra collegato ad un elettrostimolatore.

  11. @scricci: già, in effetti non hai tutti i torti..

    @fra: come sopra, non hai tutti i torti.. riguardo alla camera, mio zio mi ha portato le vernici oggi, e dal momento che mia nonna mi ha proibito di fare alcunché il giorno di natale, dovrò aspettare il 26 per iniziare a dipingere.. ma a quel punto perché non il 27 che l’OP torna e mi può aiutare?😀

    @farnocchia: già.. come quando prendono un’influenza e sembra che abbiano già un piede nella fossa!

    @OP: ho una sola parola, come al solito: RUFFIANO!😀
    e non ti serve il nasino all’insù, è carino anche così com’è😀

    @zac: sono andata a vedere il tuo tumblr (che è difficilissimo da amministrare.. io infatti ho impiegato un po’ a capire che di fatto serviva solo a postare immagini..) e ci sono delle cose molto belle! dopo mi ci faccio un giro più specifico.
    ma in che senso le impronte sulle macchine andrebbero lasciate per altri motivi? quali altri motivi?

    @cesco: già, ma solo ed esclusivamente perché il fenomeno si è prodotto nell’unico posto in cui si deve produrre il fenomeno, ossia in montagna.
    ps. chi? come? perché io dovrei saperlo? io non so niente. non ho visto niente e non conosco nessuno.
    eh?
    pps. grazie!

    @speradisole: grazie mille, e tanti auguri anche a lei e famiglia (mi saluti francesca, se legge questo messaggio in tempo!). e le auguro di trovare la neve, lassù deve essere uno spettacolo, e molto più divertente che in città!

    @bibi: grazie degli auguri, e ricambio!😀 e riguardo la nevicata di wordpress, è un problema solo con il mio sito? no, perché già tempo fa, a causa di tutti i miei banner e avatar e pulsanti e insegne, frastellina mi aveva detto che il mio blog è un attacco diretto agli epilettici😄 spero di non aver fatto ammalare il tuo pc!😀

  12. rasoiata scrive:

    Motivi “amorosi”….

    Ciao,
    Zac

Parlami! Parlami! Commentami! Commentami!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: