I ♥ Paraculi – ovvero: come ho imparato a distinguere e ad amare la bomba.

«

Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione; un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.

A. Einstein

»

Ebbene, alla fine di questo post, vi sfido a trovare quell’unico esperimento.

Ispirata da uno degli ultimi post di Delly (QUI il link al suo post), nonché dall’ultima telefonata all’OP, ho deciso di scrivere un post che mi frullava in testa da parecchio. Il post altro non è che la trascrizione di una delle mie più famose teorie, più famosa anche della Tesi sul Complotto delle Coccinelle . Questa è una teoria scientifico-morale riguardo l’Uguaglianza tra gli Uomini.

Iniziamo dall’inizio.

Anche perché, da dove volevate cominciare?

E allora partiamo.

So che vi state già aspettando una cazzata.

E invece non lo è. E’ una teoria oggettiva, affidabile, condivisibile, basata sull’osservazione empirica del mondo che mi circonda e dei fenomeni naturali, e soprattutto supportata da esperimenti concreti e assolutamente riproducibili e verificabili; il che indiscutibilmente fa della mia idea un teorema scientifico.

PREMESSA

Checchè ne dicano la Rivoluzione Francese, Martin Luther King, i padri fondatori, Guccini, Hobbes, la Costituzione, nonché una lunga serie di donne appena mollate dai loro fidanzati, gli uomini NON sono tutti uguali.

Allo stesso modo NON è vero che a tutte le donne piacciono gli stronzi.

OSSERVAZIONE DEI FENOMENI

Caso A.

Gigisberto: Cosa pensi di me, Ubalda?
Ubalda: Ieri ti sei dimenticato di portare giù la spazzatura. Sei un bastardo.
Gigisberto: Viva la sincerità! Ma d’altronde è il tuo bello, e io devo saper apprezzare anche quello. In fondo sono come il ficus nel tuo appartamento.
Ubalda: Ossia un parassita?
Gigisberto: No, una presenza costante e che richiede poche cure, e che ti riempe d’amore. Da 59 anni a questa parte.
Ubalda: Appunto, un parassita.

Gigisberto è un PARACULO.

Caso B.

Dusnella: Delvisio mi ha tradita! Non posso più vivere!
Doralice: Come ti ha tradita??! E’ proprio un bastardo!
Dusnella: E pensa che quando l’ho beccato, ha avuto il coraggio di dirmi “Ma tesoro, quando ho detto che sono un tipo di larghe vedute intendevo che anche tu puoi avere altre relazioni! Non abbiamo mai detto che fosse una cosa esclusiva”!

Delvisio è uno STRONZO.

Caso C.

Edibalda: Lisabella, non puoi capire. Armogesto per questi quindici anni mi ha fatto credere di essere un marito modello. E invece ho scoperto che ha due mogli e cinque figli, tre da una e due dall’altra. E per tutti questi anni ha detto di amarmi!
Lisabella: Non ci posso credere!
Edibalda: E non è tutto. Mi ha anche rubato pochi soldi ogni mese dai soldi destinati alla ristrutturazione della casa di mia nonna per un intervento al naso della seconda moglie! Stronzo! Giusto?
Lisabella: Giusto!

Sbagliato.

Armogesto è uno STRONZO & PARACULO.

ESPOSIZIONE DEL CONCETTO CHIAVE

Esistono due grandi categorie di maschi, più una maxicategoria che le accomuna entrambe. Queste categorie sono Il Paraculo, Lo Stronzo, e infine Lo Stronzo & Paraculo.

ELENCAZIONE DELLE CARATTERISTICHE FONDAMENTALI DELLE CATEGORIE.

IL PARACULO

Il Paraculo è per definizione un ruffiano. E’ il classico gattone dagli occhi grandi e le ciglia lunghe che ti guarda con espressione da “Io lo so che mi vuoi tanto bene perché in fondo sono un micione tigrone patatone”, guardacaso subito dopo essersi dimenticato di farti un regalo per il tuo compleanno perché doveva vedere la finale di Champions. O dopo averti lasciato un topo morto davanti alla porta di casa. Ma sto confondendo gli animali. La caratteristica principale che contraddistingue dunque il Paraculo è la ruffianaggine. Ma non è l’unico tratto distintivo. La maggior parte dei Paraculi infatti non fa effettivamente niente di “cattivo”: sono persone fondamentalmente miti e capaci di grande dolcezza. Anche quando devono per forza fare qualcosa di “cattivo” o perlomeno scomodo (come.. mollarvi), non amano farlo, e tentano in tutti i modi di schivare l’oliva, ad esempio lasciando a voi l’ingrato compito. Questa predisposizione al dribbling può essere portata da loro all’estremo. In questo caso riuscirebbero a passare tutta la loro esistenza senza praticamente dover muovere un dito, perché “Amore, tu lo fai tanto meglio di me!”.

LO STRONZO

Il termine non è da considerarsi in modo del tutto negativo. Uno Stronzo è qualcuno che si comporta considerevolmente male, che fa cose “cattive” senza provare alcun senso di colpa, perché fondamentalmente non gli interessa nulla di voi. Questa cattiveria però è mitigata da un particolare aspetto: nessuno Stronzo degno di questo nome fingerà mai di essere qualcuno che non è. Se guardate bene l’esempio, Delvisio non ha detto a Dusnella che era la sola e l’unica; io che conosco l’esempio (perché l’ho inventato) so che c’erano state delle avvisaglie, dalle quali Dusnella avrebbe potuto assolutamente capire chi aveva davanti. Purtroppo per lei, lo Stronzo è una persona dotata di una notevole dose di sincerità. Uno Stronzo non solo si paleserà all’inizio della storia, ma se anzi gli esponete questa teoria, sarà estremamente contento ed orgoglioso dell’appellativo affibiatogli (anche questo comprovato scientificamente). Tuttavia – qui vi sorprendo – l’assoluta rarità di questa specie ce li fa confondere con un’altra categoria.

LO STRONZO & PARACULO

Questa è la categoria dalla quale tutte le donne – e non solo – dovrebbero stare lontanissime. Lo Stronzo & Paraculo è un “uomo” che finge di essere un Paraculo per poi comportarsi assolutamente da Stronzo. La finzione può durare anche tutta una vita (la loro o la vostra), e può essere più o meno dannosa. Quello che è sicuro, è che nuoce gravemente alla salute (la vostra). Faranno cose cattive delle quali non si pentono minimamente, ma ve lo faranno credere solo per non farsi lasciare, perché sotto la loro codardia si nasconde la paura di essere beccati e quindi di dover affrontare delle conseguenze. Vivranno sostanzialmente alle vostre spalle, facendo i loro porci comodi ed eventualmente facendovi credere che le Stronze siete voi. La loro bravura nel rigirare la frittata è quasi spiazzante.

CONCLUSIONE

E’ un luogo comune che le donne amino gli Stronzi. La verità è che ci sono donne che amano gli Stronzi, e ci sono donne che amano i Paraculi. Quando gli uomini sostengono che tutte le donne amano gli Stronzi, dovrebbero invece specificare: le donne di cui parlano sono donne che amano i Paraculi, senza rendersi conto che davanti a sé hanno uno Stronzo & Paraculo. Nel momento in cui egli si rivela per quello che è, è troppo tardi: la donna è innamorata, e rimane con lui nella speranza di redimerlo affinché torni il Paraculo del quale si è fidata. Peccato che quello del quale si sono innamorate fosse uno Stronzo & Paraculo sotto mentite spoglie, che non tornerà mai ad essere quello che loro sperano, perché non lo è mai stato.

Come disse giustamente tempo fa una mia amica “Non è che mi piacciono i bastardi. E’ che all’inizio sono adorabili, e quando non lo sono più, spero sempre che lo ridiventino”.

Ma non succede.

L’unica cosa che posso consigliare, dunque, è imparare a distinguere tra i generi.
E ora, riguardo alla riproducibilità degli esperimenti, fate una carrellata di tutti gli uomini che avete conosciuto nella vostra vita (ivi compresi i papà!) e traete sinceramente delle conclusioni.

Disclaimer! Chiedo scusa a tutti i Gigisberti, Delvisi ed Armogesti che posso aver mal catalogato, nonché a tutti gli uomini suscettibili che potrebbero prendersela, pur riconoscendo la veridicità della teoria.

Disclaimer 2! Per quanto riguarda agli uomini che usano violenza, è ovvio che non sono categorizzabili. Si tratta semplicemente di criminali e non mi sembravano nemmeno degni di comparire nella mia teoria, che è riservata agli uomini normali.

PS. Tutti gli esempi riportati nell’episodio di Gigisberto e Ubalda sono reali e seriamente pronunciati dall’OP, che è un Paraculo ruffiano di prima categoria. Considerando che anche il Topetto era un Paraculo, che mio Papà è un Paraculo, che mio Nonno (pace all’anima sua, sai nonno che ti voglio bene e che ti considero una delle persone più buone e belle che abbia mai conosciuto) era un Paraculo, che mio zio è un Paraculo, non serve che io dica che ho un forte debole per gli adorabili Paraculi😉

PPS. WordPress sta tentando in ogni modo di sabotare la redazione e pubblicazione di questo post. Che sia un post scomodo?

 

Contrassegnato da tag , , , , ,

22 thoughts on “I ♥ Paraculi – ovvero: come ho imparato a distinguere e ad amare la bomba.

  1. silvanascricci scrive:

    Fantastico post!!!
    che necessiterebbe di un’alta visibilità perchè è fortemente utile per tutte le donne.
    Non è una teoria ma una realtà scientifica fortemente comprovata nel corso della mia esistenza e di cui ho esperienza.
    Lo so bene perchè come ha detto la ragazza con la valigia mio marito (nonchè suo padre), mio padre (nonchè suo nonno) e mio zio (nonchè suo prozio) lo sono da sempre e lo saranno per sempre, ma sono anche le persone più buone che io abbia mai incontrato.

  2. Paraculi anche per me, senza alcun dubbio e oserei dire mio malgrado. Ho svariate volte desiderato di innamorarmi uno Stronzo (Paraculo&Stronzo diocenescampi) ma non ci sono mai riuscita (o forse mai nessuno Stronzo si è innamorato di me). Secondo me a rendersene conto in tempo è una gran bazza, del tipo che essendo Drusilla io a Delvisio avrei potuto ben dire qualcosa del tipo “chiaro che lo so, altrimenti non avrei passato l’altra notte con Duilio”. Vuoi mettere?

    Il mio blog misconosciuto dalla rete lo trovi qui http://bambinaimpertinente.wordpress.com

  3. Bibi scrive:

    Non voglio entrare nel merito..nel senso che ci sarebbero altre categorie a mio parere..ma se ci limitiamo a quelle definite… eccomi..paraculo e stronzo!
    a.y.s. Bibi
    P.S. con una tendenza ad essere stronzo a priori..ma questa potrebbe essere una mossa da paraculo..

  4. @scricci: una luuuuuuunga tradizione familiare. vogliamo dimenticare i miei cugini, poi?

    @bambina: nono, che tuo malgrado.. i paraculi sono i migliori! (o, per meglio dire, sono i meno peggio). hai ragione, rendersene conto in tempo è una bazza, così almeno puoi fare i tuoi conti prima di rimanere fregata. personalmente ammiro il coraggio delle donne che amano gli stronzi, e ancora di più ammiro la bravura di quelle che riescono davvero a farli innamorare.
    ma io sono una pigrona, mi piacciono le cose semplici; inoltre sono già troppo melodrammatica io per avere a fianco qualcuno che lo è come me.. nono.
    meglio i paraculi😀

    @bibi: ma come, e lo ammetti così? sicuro di non far parte della categoria degli stronzi? uno stronzo & paraculo difficilmente ammette la sua natura.. a meno che tu non lo ammetta qui ma in casa sia tutto un altro paio di maniche..
    dì qualcosa per scagionarti, o dovrei bandirti ufficialmente dal blog!😀

  5. Marta scrive:

    Elenchiamo i vari uomini frequentati da me fin’ora. Abbiamo :

    – uno Stronzo
    – uno Stronzo & Paraculo
    – un Paraculo
    – uno Stronzo
    – un Paraculo
    – un Paraculo
    – uno Stronzo
    – uno Stronzo & Paraculo
    – un Paraculo

    E dovrebbe essere tutto , ottimo!😯

  6. rasoiata scrive:

    Allora.
    Io non sono n’è uno stronzo, menchemeno un paraculo.
    Io sono un uomo per bene e tendo a circondarmi di persone per bene, comprese quelle intime.

    Post bellissimo.

    Cerco di sintetizzare:
    se ci amiamo non ci sono storie, ti riempio di tutto quello che mai ti aspetteresti.
    Ti do’ una mano quando hai bisogno, e Dio solo sa’ quante volte una Donna necessita di aiuto.
    Mi dai una mano se ho bisogno, non c’entra se le volte sono inferiori o superiori.
    Lo spazio per la stronzaggine e i paraculamenti, semplicemente, non esiste.

    Poi soffro di romanticismo, quando sposto la sedia alla mia compagna, al ristorante, vedo facce stranite attorno a me, incredule.

    Lavo i piatti a turno, cucino sempre io (cucinare e’ come dipingere, un’arte), dedico mezz’ore per decidere la tipologia delle 24 candele che adornano la tavola per cena.
    Dall’altra parte, mi si lava e si stira il vestiario (anche se sostengo che andrebbe maledetto l’inventore dello “stiro”, gli Etruschi non si stiravano un cazzo), e si fanno altre cose.

    Tutta sta tiritera per esprimere il seguente teorema:
    “Per ogni cento donne e uomini, ve ne sono almeno 5 che non sono ne’ stronzi, ne’ paraculi”

    indipercui ne vanno eliminati da subito 95.
    E il teorema e’ risolto.

    Ah,
    fantastici i nomi che hai usato.

    Ciao,
    Zac

  7. rasoiata scrive:

    Dimenticavo, a quando il post sulla classificazione delle Donne, così poi rispondo.

    Ciao,
    Zac

  8. SuperDelly scrive:

    Ecco!
    Allora secondo la tua teoria quello che frequentavo è un Paraculo bello e buono. Puah!
    Uahahha comunque grandissima, ottima sistesi. Hai un dono ragazza!😀

  9. Bibi scrive:

    Uno stronzo/paraculo ammetterebbe di tutto e di più e nulla…questa è la sua natura e quindi ecco che risulta difficile da decifrare ed inquadrare…è una mina vagante.
    a.y.s. Bibi
    P.S. manderei questo post agli ometti beta/teta/alfa/gamma/zeta…ci farebbero due palle a livello mongolfiera…

  10. Farnocchia scrive:

    Dopo questa tua tesi altamente sciiiientifica sono arrivata ad una conclusione un po’ più balenga: dato che in passato mi son sparata tutti e 3 (e forse più) i generi, il mio prossimo ragazzo dovrà chiamarsi Gigisberto!!

    PS: per il caso C ho il nome perfetto: ParaNzo!!
    PPS: pensando ai vari elementi che mi son passati tra le mani ho deciso che mio padre sarò catalogato come FintoParaculo:vorrebbe esserlo ma mia madre è più (furba e) paracula di lui. Le donne!!

  11. stealthisnick scrive:

    ora capisco molte cose
    non essendo nè stronzo nè paraculo nessuna mi si fila

  12. LadyLindy scrive:

    cara, sono tornata!
    (Lo so che l’inizio del commento fa molto zia ricca con evve moscia… tipo “cava, sono tovnata!” ma mi è uscito così).

    Teoria interessante, che non posso assolutamente smentire.

    P.S. Dove hai trovato lo sfondo nuovo, con cuoricini e righe nocciola? E’ meraviglioso!!!

  13. frastellina scrive:

    geniale!
    aspè,che prendo appunti…
    io per ora sono a quota 1 paraculo.in effetti sembrano i più gestibili,anche se spesso ti lasciano le incombenze più pallose (e cervellotiche…ma noi girls siamo degli assi in teorie,interpretazioni, investigazioni e in tutto ciò che porta il ragionamento all’unica -adorata- conclusione: tu sarai un paraculo,ma IO son meglio di 007 a sgamarti… i filosofi sofisti ci fanno una solenne pippa!)

  14. speradisole scrive:

    Mi sembrava di averti già inviato un commento, ma vedo che non compare, te lo riscrivo, al limite te ne troverai due.
    Condivido tutto quello che ha scritto Silvanascricci, il post e bellissimo.
    Dunque cominciamo la disanima degli esseri maschili che nella vita ogni donna incontra;

    Quello che definisci “paraculo”, in fondo e il più adorabile, quello che anche potrebbe essere l’uomo giusto, ma a volte, ha il vizio di lasciarti. E quando ti lascia fa in modo che la “sua” infelicità, determinata dal distacco, sia colpa tua. Il tipo alla “non son degno di te” quando ti lascia. E allora da paraculo adorabile, diventa stronzo e paraculo insieme.

    Lo stronzo, il più facile da trovare, magari un po’ più avanti per te, è quello che ti dice subito “sai, sono sposato, oppure ho una compagna fissa” (dice il vero), “ma tanto infelice” (dice una stronzata). A queste parole senti lo stomaco che si ribella, ed il vomito sale alla gola. E’ un puro stronzo e come tale gli dai il via e lo molli.

    Lo stronzo e paraculo insieme, da cui stare lontanissimi, ha un difetto, si maschera, non si capisce subito che tipo sia, ma la doppia faccia, col tempo, si rivela. Sarebbe meglio capire subito, ma non sempre è facile. Va a puttane ma non lo dice, ha due o tre amanti contemporaneamente e non lo dice, lascia che sia tu a scoprire certe cose, perchè a lui una sistemazione del genere sta benissimo.

    Da come hai scritto i dialoghi, belli e delizioni, ti consiglio di provare a scrivere un libro sull’argomento, hai i numeri e le idee, sono sicura che riuscirai.
    Ciao carissima.

  15. @marta: brava! vedo che li hai già catalogati e che sei giunta alla mia conclusione, ottimo😀

    @zac: “Io non sono n’è uno stronzo, menchemeno un paraculo”. tipico commento da paraculo.
    “Io sono un uomo per bene”. come ho scritto, tipica caratteristica del paraculo.
    “Poi soffro di romanticismo, quando sposto la sedia alla mia compagna, al ristorante, vedo facce stranite attorno a me, incredule”. lo fa anche il mio moroso, gigante paraculo.
    ps. come avrai notato, praticamente tutte le donne che hanno commentato sono d’accordo con la teoria, mentre i diretti interessati quasi tutti neanche un po’. come dire che tutte le donne ammettono di aver finto un orgasmo almeno una volta nella vita e tutti gli uomini giurano che a loro non è successo mai. tira le somme😀 (prego notare la colta citazione da ‘Harry ti presento Sally’).
    pps. non mettevo in dubbio che tu fossi una brava persona🙂
    ppps. sapevi che tutti questi nomi sono stati dati a persone che abitano nello stesso paesino???
    ppps. le donne sono talmente incasinate che se mi mettessi a classificarle, non basterebbe un intero blog.

    @delly: grazie per il complimento!😀 anche se.. come puah? i love paraculi forever hahahaha

    @bibi: sai che prima di mandarlo dovresti darmi maggiori informazioni su questi ometti? avevo letto sul tuo blog, e provato a vedere il loro, ma ancora mi sfugge quale sia il loro intento.. detto questo, mi soprannominano eris, adoro le risse, anche in internet😀

    @farnocchia: gigisberto è un nome fantastico. nel caso non ti capitasse, puoi sempre chiamare così un tuo eventuale figlio.
    ps. quindi tuo padre è un povero paraculo incompreso??? :(((

    @stealthisnick: no, deve esserci un’altra falla nel piano.

    @lady: caaaaaaaaaaava!!! meno male che sei tovnata in questi lidi!!! ci stavi già mancando tvoppo! (immagina un buffetto dolorosissimo sulla guancia). gvazie per essere d’accovdo anche tu con la mia teovia e povtave così nuove testimonianze!
    ps. credo di aver cercato a casaccio su google immagini qualcosa come “free blog layout” o “free blog theme” e poi l’immagine che ho trovato l’ho modificata con gimp per adattarla alle dimensioni del mio blog🙂

    @fra: prendi appunti e impara bene. una volta accettata questa verità, e l’altra verità (“la verità è che non gli piaci abbastanza”, di Greg Behrendt e Liz Tuccillo, ottimo libro che peraltro consiglio a tutte), saremmo donne felici.

    @speradisole: ottima analisi. bisognerebbe diffondere da donna a donna i trucchi per distinguerli. aiutarci tutte a vicenda. anzi, mi mandi sul blog la francesca, così impara da subito anche lei😀
    grazie del suo commento, adoro sempre leggerli!
    ps. è arrivato anche l’altro, era solo finito nello spam, ma alla fine ho pubblicato questo, che mi sembrava più completo🙂

  16. Marta scrive:

    Mi avrà schiarito le idee questo elenco? Uhm , mumble mumble ..

  17. o magari ha solo esplicitato ciò che nel tuo pensiero era già chiaro da molto molto tempo..
    (botta di misticismo)

  18. Marta scrive:

    Se fosse così sarebbe davvero una rivoluzione!😮

  19. rasoiata scrive:

    Mi permetto di citare una terza voce, così ci capiamo sul significato delle parole, che sono importanti.

    Il dizionario Hoepli riporta alla voce PARACULO:

    “Che e’ opportunista e agisce per il proprio tornaconto, perlopiù senza dare nell’occhio”

    Ecco, senza bisogno di smentite alcune, garantisco di essere la persona più distante da tale definizione.

    Se poi la si vuol vedere con una dose di ironia, allora va’ bene tutto, ma ci tenevo a far presente l’esatta traduzione del termine.

    Ciao,
    Zac

  20. @marta: le rivoluzioni sono (quasi) sempre le benvenute.

    @zac: ma se avessimo voluto guardare la definizione da dizionario, allora anche stronzo non è propriamente quello che ho descritto! sono categorie da me così rinominate, avrei potuto chiamarle cicciobello e cicisbeo, ho scelto questi nomi per comodità.. anziché concentrarsi sulla parola, osserva bene la descrizione che ne ho dato, e noterai che hanno alla fine poco di negativo!🙂

  21. Marta scrive:

    E allora vada per le rivoluzioni!

  22. […] ha idea di come si scriva la parola ‘testosterone’. 3. Il mio post più controverso: I ♥ Paraculi – ovvero: come ho imparato a distinguere e ad amare la bomba. E’ nata una discussione maschi contro femmine, in cui le ragazze mi davano ragione, e i […]

Parlami! Parlami! Commentami! Commentami!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: