Archivi tag: primavera

Ecco lo scontatissimo post annuale sulla primavera!

In ritardo di 9 giorni sulla tabella di marcia (leggi: equinozio) mi sono resa conto che è arrivata!

Indizi: sbocciano le gemmine verdi sugli alberi di fronte alla mia finestra, ci sono già 25°, l’uccello gniki-gniki è tornato [N.d.R. L’uccello gniki-gniki, ufficialmente detto ficedula hypoleuca o balia nera, è un bellissimo quanto insopportabile uccellino che, puntuale ogni mattina alle 4.00, attacca meccanicamente a cinguettare gnikignikignikignikignikigniki, a ripetizione, innestando nella Ragazza con la Valigia istinti per i quali potrebbe essere incarcerata dalla Lipu], i chihuahua chihuahuano e l’OP non mi guarda più come se fossi una scema che gira in mutande in dicembre solo perché ho ordinato un gelato gigante.

Insomma, è arrivata anche da voi? Qui è arrivata.

La mia stagione preferita.

E quindi, giusto perché le restanti 400 foto di Cipro da sistemare e postare qui non mi sembravano abbastanza, ne ho fatte altre! Evviva!

Corinne Bailey Rae – Put Your Records On

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

Juanita!

* * *

Propongo anche a voi quello che mi ha proposto stamattina TopoRadio, la mia radio preferita.

Datovi così il buongiorno, diamo tutti insieme il benvenuto a un nuovo membro della famiglia!

* * *

Juanita!

* * *

Non volevo darle un nome fino a quando non avessi avuto la certezza che sarebbe sopravvissuta, ma non ho resistito e l’ho chiamata Juanita (ho aspettato che fosse fuori sul davanzale per scrivere questa frase, non vorrei ferire i suoi sentimenti). Quindi diamo il benvenuto a Juanita! Me l’ha regalata l’OP ieri e sono caduta in amore. Considerando che ho il pollice verde di una raffineria petrolifera, sono un po’ preoccupata, anche perché è il primo essere vivente che mi viene affidato; le tartarughe non contano: cambiavo sì loro l’acqua e davo loro da mangiare, ma non ero la sola. Mi aiutavano anche mia mamma e mia nonna – la quale ne ha causato accidentalmente la prematura scomparsa, nonostante siano anni che nega ogni sua responsabilità riguardo la vicenda (ma è un fatto! Le tartarughe non muoiono di intossicazione alimentare per aver inghiottito del sapone da sole!) – e quindi non avevo totalmente la loro custodia.

Dal momento quindi che io e Juanita siamo insieme solo da ieri sera, non posso averle già fatto del male, e prima di fargliene lancio un appello qui: se qualcuno ha notizie di che tipo di viola sia (credo del pensiero, ma poi ho visto delle foto su Google Immagini e mi sembrano così giganti rispetto alle mie..), come vada curata, quante volte al giorno vada nutrita, se devo devasarla, se devo darle più carne o più verdura, di quanta luce ha bisogno.. beh, si faccia vivo e mi dica tutto prima che la salute di Juanita possa risentirne!

Ecco qualche foto in più (così intravedete anche il colore delle pareti).

* * *

Juanita di sera

Juanita sul comodino

Juanita sotto la lampada

* * *

PS. A proposito del colore delle pareti.. Avrei voluto fare un post nonappena la camera fosse tutta finita ed arredata, magari con un video.. ma qua i mobili nuovi ancora non si vedono! Abbiate (abbiamo) pazienza!

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Laaalaaalalalaalalaalalaaaaa

So che di solito non inizio i miei post così sdolcinatamente, ma oggi mi sentivo così fruffrurellante che dovevo metterla. E non è perché è arrivato il mio principe azzurro, ma per un solo, semplice motivo.

Bolognesi! Avete sentito che clima faceva oggi? Gente che andava in giro senza giacche, aria tiepiduccia, uccellini cinguettanti, e 12 magnifici gradi. Cioè, capite? 12 gradi in febbraio! Oddio che meraviglia.. So che è prematuro dare il benvenuto alla primavera, ma oggi sono così galvanizzata da questo clima mite che lasciatemelo credere, per favore! Trallallà, calduccio, cielo azzurro, passeggiate ai Giardini lalalaaaaa anche se nei sogni è tutta illusione e nulla più, il mio cuore sa che nella realtà a me tu verrai, che l’inverno scaccerai e che mi scalderai ancor di piùùùù lalalallalalalaaaaalaaaaaaa..

Dovete sapere una cosa. Nel caso non l’abbiate sufficientemente capito (da diversi, vari, tradizionali e numerosi post, nonché da questo). La mia stagione preferita è la primavera. Ma uno dei miei mesi preferiti è febbraio.

1. Innanzitutto, a meno che la Pasqua non sia molto tarda, in genere a febbraio c’è il Carnevale, che è SENZA OMBRA DI DUBBIO la mia festa preferita in assoluto (sì, molto più del Natale, molto più di Pasqua, e forse anche più del mio compleanno – azzardiamo).
2. Febbraio è l’ultimo mese dell’inverno (sì, lo so che la primavera arriva il 21 marzo, e che quindi in realtà di fatto è marzo l’ultimo mese di inverno.. ma marzo suona già di primavera, non vi pare?).
3. A febbraio ci sono le sfrappole.
4. Verso l’inizio di febbraio fiorisce l’albero vicino a casa mia (mio padre da anni lo chiama “la Sporcizia”, il che mi fa pensare che sia un albero di forsizia, ma non ne sono sicura al 100%) che mi dà quell’assaggino di profumi primaverili che verranno.
5. A febbraio arriva QUELLA GIORNATA. Non so se capita solo a Bologna, o se succede anche in altre città (fatemi sapere, eventualmente), ma ad un certo punto arriva un particolare giorno, senza preavviso, in cui la temperatura è sensibilmente ancora freddina – parlo di 7-8 gradi – ma inspiegabilmente soffia lo scirocco. E quella è la giornata più bella dell’anno. E’ come se l’Inverno stesse concedendo una giornata alla Primavera, per dirmi “Dai, su, resisti, che tra poco me ne vado, e lascio il posto alla tua amica.. tieniti un po’ ‘sto vento caldo, così almeno per un giorno la pianti di lamentarti del freddo e del fatto che odi metterti 500 strati addosso che poi non si vede più che vestito hai sotto”.

‘Somma.

Lalalalalalalaalalaaalalaaaaaaaaaaaa

Contrassegnato da tag , , ,